Se non vengono adottate alcune semplici accortezze, i provini di durezza in metallo possono presentare una problematica che compromette totalmente il loro regolare funzionamento:

La formazione di ruggine sulla superficie di prova!

A COSA È DOVUTA?
I materiali ferrosi sono soggetti alla progressiva corrosione in presenza di ossigeno e acqua. La corrosione del ferro avviene tanto più rapidamente quanto maggiore è la conducibilità elettrica della soluzione acquosa. Nell’ambito delle prove di durezza, la principale causa della formazione di ruggine è il sudore rilasciato dall’operatore che maneggia i provini.

I NOSTRI CONSIGLI PER EVITARE LA CORROSIONE DEI PROVINI DI DUREZZA:
- Indossare dei guanti per evitare il contatto diretto con le mani
- Asciugare accuratamente i provini con un panno
- Applicare dell’antiruggine in modo uniforme sull’intera superficie
- Riporre i provini nelle apposite custodie, accertandosi di avvolgerli nella carta chimica
- Custodire i provini in un luogo ben asciutto

Seguire queste elementari regole contribuirà ad “allungare la vita” dei provini e garantirne l’efficacia nel verificare la correttezza dei valori rilevati dal durometro.

E tu, sai come utilizzare correttamente i provini di durezza?
Per avere assistenza, per rinnovare la tua gamma di provini (Rockwell, Brinell, Vickers, Shore, IRHD, Knoop, ecc…) ormai “esausti” o per qualsiasi altra necessità

Contattaci